sabato, 17 novembre 2018
facebook
menu close menu

Lo Yoga è un metodo di pratiche fisiche, respiratorie e mentali che contribuiscono al benessere personale in modo naturale, graduale, adatto a tutti. Uno strumento per la realizzazione interiore, per il raggiungimento di una migliore condizione di vita.

Yoga è un termine formato da due parole “Yo” e “ghan”; Yo significa unione e ghan completezza. Possiamo definire lo yoga come la via che, attraverso l’unione (dell’individuale con l’universale), porta al completamento (dell’essere). Un modo di definire lo yoga è questo: Samatvam yoga ucyate, l’equilibrio è yoga. Samatvam significa mantenere l’equilibrio; questo rimanere in equilibrio può essere inteso come yoga.

Un’altra definizione è questa: yoga samadhih = Lo yoga è equilibrio. Partiamo dal concetto di equilibrio, ci fermiamo, ci sediamo tranquilli, ci mettiamo in contatto con noi stessi e ci chiediamo se c’è qualcosa che disturba il nostro stato.

Questo equilibrio viene alterato può essere alterato sia per situazioni esterne, sia per situazioni interiori; può anche succedere che l’equilibrio si perda definitivamente.

Come si instaura uno stato di squilibrio o di malessere? Se sperimentiamo uno stato di disturbo o di disagio allora lo yoga ci può aiutare a trovare un nuovo tipo di connessione o di unione armonica con il proprio essere. Se usiamo il corpo in modo sbilanciato o eccediamo nell’uso della nostre funzioni mentali (ad es. razionali e volontarie) è necessario praticare yoga per ritornare a una percezione nuovamente integrata di se stessi.

Lo yoga è una pratica fisica perché una delle sue tradizioni, quella tantrica pone l’accento, attraverso l’hata yoga, alla salute del corpo fisico attraverso una serie di pratiche purificatorie, fisiche (asana) e respiratorie (pranayama).